Contattaci Contattaci: +39 0583 958655

Pavimenti in gres porcellanato: caratteristiche, vantaggi, costo medio

Oggi parliamo di pavimenti in gres porcellanato: caratteristiche, vantaggi, costo medio di uno dei materiali più versatili e utilizzati per arredare la propria casa.

Da anni il gres porcellanato è un’innovazione come piastrella per il pavimento, grazie alle sue principali caratteristiche che sono la versatilità e la resistenza. Adatti per interni ed esterni, i pavimenti in gres porcellanato cambiano look alla casa in base alla tipologia di piastrellato che si sceglie.

I pavimenti in gres porcellanato sono inoltre un’ottima alternativa più economica a materiali pregiati e costosi quali il legno, il cotto, la pietra, ecc. In quanto il tipo di ceramica gres permette di ricreare l’effetto estetico che si preferisce. Infatti le versioni di gres per le piastrelle della pavimentazione sono veramente infinite e lo scopriremo di seguito studiando le sue caratteristiche, valutando inoltre i motivi principali per i quali sceglierlo come pavimento per la propria casa.

Caratteristiche

Innanzitutto scopriamo insieme quali sono le caratteristiche del gres porcellanato, tanto dinamico da potersi trasformare in pavimenti che ricordano altri materiali, grazie all’effetto che riesce ad assumere.

I pavimenti in gres porcellanato sono realizzati con una ceramica particolare, una pasta molto compatta (da qui il nome gres, che definisce la piastrella greificata), porosa e dura. L’impasto di argilla viene cotto al forno a temperature molto elevate, che raggiungono anche 1400 C°. Questo per eliminare il più possibile la porosità della ceramica e renderla vetrificata nonché impermeabile.

Per tali caratteristiche, i pavimenti in gres porcellanato sono i più scelti nel mercato, sostituiscono infatti la classica piastrella alla quale siamo stati abituati per anni. Altresì vengono preferiti a pavimenti più pregiati grazie alla possibilità di averli nelle finiture più svariate, tra le quali la riproduzione estetica di materiali quali legno, pietra, cotto o altro. Questo per soddisfare le esigenze più particolari, dall’estetica alla resistenza e alla praticità, nonché per un fattore economico. I pavimenti in gres porcellanato sono utilizzati e consigliati per quasi tutte le stanze della casa: cucina, sala del soggiorno e bagni, che possono essere arredati perfettamente con questo materiale così adattabile.

Inoltre anche per gli esteri o per soluzioni più strutturate e adatte alla pavimentazione di marciapiedi o porticati, il gres porcellanato è l’ideale in quanto è uno tra i materiali che assorbe di meno l’acqua, grazie alla sua alta impermeabilità.

Caratterizzato da una notevole resistenza, il pavimento in gres porcellanato è altrettanto adattabile ai più svariati colori ma soprattutto formati. Infatti soddisfa la richiesta di misure non convenzionali e fuori dallo standard, adattabili agli ambienti più ampi oppure molto piccoli.

Vantaggi e svantaggi

Come abbiamo visto, i pavimenti in gres porcellanato hanno delle caratteristiche che lo rendo adatto praticamente ad ogni angolo della casa. Ma vediamo quali sono vantaggi e svantaggi che abbiamo, nel caso scegliessimo una piastrella in ceramica in gres.

Lo abbiamo più volte sottolineato, i pavimenti in gres porcellanato hanno questi principali vantaggi:

  • resistono all’usura, rimanendo intatti in colore e finitura nel tempo;
  • non assorbono macchie né sostanze chimiche, con le quali possono essere puliti senza particolari controindicazioni;
  • contrastano e subiscono bene gli urti, scalfitture ed eventuali eccessive sollecitazioni grazie alla loro flessibilità;
  • hanno un’altissima impermeabilità e idrorepellenza. Per questo adattissimi soprattutto come pavimenti da esterno;
  • sono resistenti anche di fronte a gelo e ghiaccio, evitando inoltre cadute e scivoloni pericolosi;
  • grazie alle loro caratteristiche elencate sopra, sono materiali molto igienici e facili da tenere puliti;
  • hanno una vasta gamma di colori e di finiture tra i quali scegliere;
  • misure e spessore sono piuttosto adattabili in base all’ambiente da decorare. Esiste senz’altro la soluzione più adatta da valutare;
  • hanno la capacità di essere riprodotti sotto forma di altri materiali, dando l’effetto estetico di legno, cotto, pietra, ecc.

Pertanto abbiamo capito quanto la versatilità dei pavimenti in gres porcellanato, li rende così accessibili alle esigenze di molte persone che stanno sistemando o ristrutturando una nuova casa. Ma è arrivato il momento di scoprire anche i punti deboli di questo materiale, valutando perciò gli svantaggi dei pavimenti in gres porcellanato. In realtà non sono poi molti e vengono comunque compensati da tutto il resto ma in generale:

  • le piastrelle in gres porcellanato non aiutano ad ovattare i rumori, pertanto l’isolamento acustico tende ad essere minimo;
  • il materiale di questi pavimenti è tendenzialmente freddo. Di certo, anche se per esempio avesse esteticamente un effetto legno, non trasmette la stessa sensazione di calore morbidezza;
  • il gres non è un buon conduttore termico, pertanto potrebbe essere sconsigliato su pavimentazioni con impianto di riscaldamento a pavimento.

Per completare la guida sui pavimenti in gres porcellanato, non ci resta che capire quali sono le spese che dovremo affrontare per rivestire la nostra casa con questo materiale.

Costo medio

Sembra chiaro che stabilite un costo medio standard per i pavimenti in gres porcellanato, è una cosa difficile da fare. Soprattutto per il fatto che sono necessarie diverse valutazioni da fare per determinare il prezzo delle piastrelle in gres. È di certo più facile e conveniente capire quali sono i metri di valutazione da prendere in considerazione.

Il costo dei pavimenti in gres porcellanato è in primo luogo variabile in base alla qualità del gres raggiunto, grazie alla lavorazione che abbiamo detto essere piuttosto particolare.

Inoltre questa alta capacità di essere versatile del gres, permette di ottenere sì varie finiture ma per ogni tipologia, il tipo di lavorazione si allunga o si modifica il tanto da cambiare le caratteristiche essenziali del materiale e del suo valore.

Possiamo indicare comunque i fattori che modificano il costo medio dei pavimenti in gres porcellanato:

  • il processo di lavorazione;
  • la perfezione del risultato, che classificherà le piastrelle in gres di prima o seconda scelta, ecc.;
  • i formati e lo spessore richiesti;
  • la finitura se naturale, levigata, smaltata, ecc.;
  • la presenza o meno di rettifica;
  • la realizzazione artigianale o in serie delle piastrelle;
  • il grado coefficiente antiscivolo;
  • la riproduzione estetica con l’effetto di altri materiali, o con venature e disegni particolari.

Detto ciò è comprensibile dedurre che non è così scontato indicare un costo medio, indicato sempre al metro quadro, per i pavimenti in gres porcellanato. Il nostro consiglio è quindi di recarvi presso il nostro showroom più vicino per verificare con mano le possibili soluzioni per voi più favorevoli, anche in base al prezzo che vi verrà indicato.

Richiedi un appuntamento


Acquadolce
è un marchio del
Gruppo Martinelli
© 2022 Acquadolce

C.F.- P.IVA – 00415390467

PEC: martinellispa@pec.it  Numero REA: LU – 90871  Capitale Sociale: 1.500.000,00

Privacy Policy Cookie Policy