Contattaci Contattaci: +39 0583 958655

Come scegliere grandezza termoarredo

Se vuoi sapere come scegliere la grandezza del termoarredo più adatto alla tua stanza da bagno, ecco tutte le informazioni che ti saranno utili per una valutazione corretta. Il bagno è la stanza che, nel periodo invernale, va scaldata in breve tempo e mantenuta con una buona temperatura per potersi godere il miglior comfort possibile. Per tale motivo è importante avere un ottimo alleato come un valido termoarredo che integri dimensioneforma potenza in un’unica soluzione, efficace ed efficiente. Ma prima di capire come scegliere la grandezza del tuo termoarredo, facciamo una breve panoramica su questo dispositivo, che può unire in una cosa sola design e qualità tecniche invidiabili.

Infatti quando parliamo di termoarredo ci riferiamo a tutti gli effetti ad un calorifero che ha la sua normale funzione di scaldare l’ambiente circostante. Ma che presenta altresì delle caratteristiche estetiche tali da renderlo un pezzo di arredamento per ogni stile di stanza da bagno, ma non solo. Per questo motivo sapere e capire come scegliere la grandezza del tuo termoarredo, è una questione funzionale ma anche estetica.

In generale, un elemento di termoarredo viene scelto come integrazione ad altro riscaldamento dedicato alla stanza. O può essere l’unica fonte di calore se ben dimensionato rispetto all’ambiente da riscaldare.

Dimensione della stanza

Il primo fattore che incide sulla grandezza del termoarredo da scegliere è di certo la dimensione della stanza da riscaldare. La potenza di un dispositivo come il radiatore d’arredo deve essere proporzionale al volume dell’ambiente dove andrà installato.

Per questo motivo molto spesso i radiatori da termoarredo vengono utilizzati nella maggior parte dei casi nelle stanze da bagno piuttosto che su altri ambienti. Hanno delle caratteristiche tali da potersi adattare benissimo a stanze non particolarmente grandi e con esigenze di riscaldamento contenute.

Altresì, per capire come scegliere la grandezza del termoarredo, è conveniente misurare e verificare lo spazio e la superficie a disposizione per poter così installare anche il radiatore d’arredo di più particolare design, che spesso ha forme e dimensioni che hanno un certo ingombro.

Come vedremo nel prossimo paragrafo, il termoarredo da scegliere e la sua grandezza dipendono anche dallo stile estetico oltreché dalla potenza termica che hanno.

Sarà utile valutare un modello che sia un buon compromesso tra dimensioni della stanza, effetto estetico e resa termica. Ecco un sunto di come scegliere la grandezza del termoarredo in base alle dimensioni della stanza:

  • studiare gli spazi del bagno;
  • verificare posizione dei sanitari;
  • capire la posizione più corretta di installazione;
  • assicurarsi dell’ingombro totale del termoarredo adatto;
  • in base alla grandezza del radiatore, verificare la sua effettiva resa rispetto alla stanza.

Per esempio, in un bagno di piccole o medie dimensioni, una scelta innovativa potrebbe essere quella di inserire in orizzontale il termoarredo scelto, sulla parte alta della parete, magari sopra i sanitari. In questo modo è possibile avere un radiatore o scaldasalviette che svolge le sue funzionalità, recuperando spazio e diventando un perfetto elemento di arredo, collocato in una posizione alternativa che dona dinamicità alla stanza.

Forma

Dopo aver concretizzato gli aspetti più pratici per la scelta della grandezza del termoarredo perfetto, ecco che possiamo sbizzarrirci sulla forma nella quale può essere realizzato.

Le caratteristiche estetiche di un termoarredo sono tali da renderlo un vero e proprio complemento d’arredo. Ed è proprio adesso che è possibile sbizzarrirsi e trovare la soluzione adatta su come scegliere la grandezza del termoarredo, nonché la sua forma. La forma di un termoarredo è la parte più creativa e stimolante di tutte perché le proposte di design e funzionalità integrate in un unico calorifero sono veramente molte. Vediamole:

  • radiatori tubolari sono i termoarredo più classici e usati nelle case. I più moderni hanno l’aspetto di una scala a pioli disposta solitamente in verticale. La quantità di tubolari incide sulla potenza termica del termoarredo. Dalla classica forma rettangolare a scala, ci possono essere delle varianti che presentano uno schema estetico dei tubolari diverso. Per esempio a serpentina, sistemati in modo asimmetrico, intrecciati o in orizzontale. Insomma, anche il più semplice termoarredo, può essere realizzato con idee differenti.
  • Gli scaldasalviette, che solitamente sono confusi o associati ad alcuni radiatori tubolari, hanno una differenza dal punto di vista di resa termica. Si sceglie questa tipologia di termoarredo quando si vuole integrarla ad un altro sistema di riscaldamento già presente nella stanza. Ma possono perfettamente scaldare la stanza da bagno, se proporzionati in base alle dimensioni della stanza. Come per gli altri caloriferi, la forma e la tipologia sono infinite e rispondono alle più svariate esigenze estetiche e funzionali del momento.
  • I radiatori d’arredo, che nascono principalmente per soddisfare esigenze estetiche particolari e ricercate. I radiatori di termoarredo di questo tipo sono realizzati in moltissime forme come a colonnaa piastraa specchio e montati anche a pavimento. Dalle forme più sinuose e cilindriche, alle grandezze più importanti che sembrano diventare un quadro nella stanza. La forma diventa un fattore estetico di risalto.

I materiali con i quali proponiamo questi termoarredo sono ottone, acciaio e alluminio (anche riciclato al 100%) con finiture satinate, cromate,nichel o di diversi colori di gamma.

Potenza termica

Un altro fattore molto importante da tenere in considerazione su come scegliere la grandezza del termoarredo è la sua potenza termica. Che sia un classico radiatore, un calorifero tubolare o uno scaldasalviette, è necessario prima di tutto conoscere e stabilire il fabbisogno termico della stanza che ci interessa scaldare. Per poter avere una giusta valutazione può essere utile affidarsi ai professionisti del settore che, come noi, possono darti consigli concreti e sicuri sulla tipologia di termoarredo da scegliere.

In sostanza è necessario fare un calcolo per capire il numero di moduli necessari ad radiatore per scaldare a sufficienza. La potenza termica determina perciò anche la grandezza del termoarredo, che va misurata in base al volume della stanza da riscaldare, moltiplicato per il valore medio valutato di 35 W. Il risultato permetterà di selezionare le tipologie di termoarredo disponibili che abbiano la resa termica necessaria.

Ma attenzione, ci sono dei dettagli non trascurabili da tenere in considerazione e che possono rivelarsi molto utili per capire come scegliere la grandezza del termoarredo perfetta, ma anche la sua forma e la migliore tecnologia associata. La tipologia del proprio impianto idraulico, se in serie o parallelo, può influire sul tipo di radiatore d’arredo da scegliere. Inoltre è necessario verificare se i termostati che regolano le temperature, comandano i radiatori di ogni singola stanza o di più stanze insieme. Questa differenza incide sulla necessità di dover installare sul termoarredo una valvola termostatica di un determinato tipo e permette di valutare le effettive dimensioni degli elementi del radiatore da installare. Inoltre ricordiamo che anche il materiale fa differenza da un punto di vista funzionale perché materiali quali ottone, acciaio e alluminio reagiscono e trasmettono e mantengono in modo diverso il calore termico. Anche le finiture, satinate, cromate o al nichel, incidono sulla resa.

Il funzionamento, se idrico, elettrico o misto veicola una potenza termica diversa.

La potenza termica di un termoarredo è regolamentata dalla normativa UNI EN 442-2-2015.

Richiedi un appuntamento


Acquadolce
è un marchio del
Gruppo Martinelli
© 2022 Acquadolce

C.F.- P.IVA – 00415390467

PEC: martinellispa@pec.it  Numero REA: LU – 90871  Capitale Sociale: 1.500.000,00

Privacy Policy Cookie Policy